Data Evento: 12/07/2019
Location: Zoomarine

Zoomarine: torna a casa la tartaruga Marianna

Continuano le mille emozionanti avventure a Zoomarine!
A Zoomarine ti spettano i Delfini ūüź¨ e le tartarughe¬†

√ą tornata in mare stamattina Marianna, la prima delle tre tartarughe in difficolt√† soccorse sulle coste del Lazio e tenute in cura dal ‚Äúpronto soccorso del mare‚ÄĚ di Zoomarine.¬†La tartaruga, un giovane esemplare di Caretta caretta di 10 anni di et√† e 20 kg di peso, √® stata liberata in mare a largo delle coste di Anzio, verso l‚Äôisola di Ponza, dove era stata soccorsa il 30 agosto in evidente stato di difficolt√†.

Ma chi  è Marianna?


Marianna è uno splendido esemplare di Caretta caretta trovata in grande difficoltà  a causa di una importante infezione renale che le aveva causato non pochi problemi.
Nonostante le complessit√† del caso, lo staff del Zoomarine Trust Onlus hanno raccolto la sfida. L’ hanno seguita costantemente con attenzione e affetto.¬† Marianna √® cos√¨ riuscita a tornare in forze, riottenendo le capacit√† per poter continuare il suo fantastico viaggio in mare.

La liberazione della giovane tartaruga √® stata l‚Äôoccasione per celebrare una piccola festa del mare. Tutti erano presenti:¬† pescatori, biologi, personale della Polizia di Stato e della rete regionale TartaLazio. Quest’ultima si adopera per soccorrere e salvare le tartarughe spiaggiate lungo le coste della regione.

Un progetto che vede protagonista il Centro di recupero Tartarughe Marine di Zoomarine Trust Onlus. Si tratta di una importantissima  struttura di primo soccorso operativa dal 2015 nella regione Lazio.

La tartaruga è stata rimessa in mare a bordo di due imbarcazioni, una motovedetta e un gommone della Polizia di Stato. Insieme a loro, un gozzo della Cooperativa pescatori di Anzio.

L‚Äôidea di coinvolgere i pescatori mira a sviluppare una maggiore sensibilizzazione sull’ambiente e le specie marine. Molto spesso infatti¬† il motivo degli spiaggiamenti sono proprio le reti da pesca. Accade, inoltre, di frequente che proprio i pescatori siano i primi a trovare le tartarughe in difficolt√†.

La tartaruga, appartenente alla specie Caretta caretta, è stata ospitata presso il Centro di Primo Soccorso di Zoomarine per circa tre mesi.

Marianna aveva grandi  difficoltà ad immergersi e ad alimentarsi, anche a causa di residui plastici presenti in acqua che aveva ingerito. Una problematica purtroppo frequente nelle tartarughe spiaggiate o soccorse in mare.

Al momento altre due giovanissime tartarughe, esemplari di 5 e 15 cm, sono in cura presso Zoomarine che, solo nel 2019, ha assistito 9 tartarughe in difficoltà

 

Anche tu puoi sostenere  Zoomarine Trust Onlus e seguirla  sul  canale YouTube.

Vieni a Zoomarine con Parchitour; tra divertimento e istruzione, ti aspettano moltissimi aggiornamenti.
ACQUISTA QUI I BIGLIETTI SCONTATI PER L’INGRESSO A ZOOMARINE¬†

Dobbiamo tutti fare qualcosa per dare una mano al nostro pianeta!Parola di Harf